Com’è che ci sono padre vs figlio, e fratello vs fratello battaglie per i biglietti per i congressi in Punjab?

Sukhpal Singh Bhullar si rallegra: ha incassato il biglietto del Congresso per contestare le elezioni dell’Assemblea del Punjab da parte di Khem Karan. E nel momento di gioia di Sukhpal, tra i più infelici sono probabilmente suo padre e suo fratello. In una cultura politica in cui i padri spesso fanno pressioni per i biglietti per i loro figli – o lasciano i loro posti per loro – la battaglia per il biglietto di Khem Karan è stata insolita. Il veterano del Congresso Gurchet Singh Bhullar è andato fino al punto di scrivere al suo presidente del partito Sonia Gandhi e al vicepresidente Rahul Gandhi chiedendo loro di dare il biglietto a lui, e non a nessuno dei suoi due figli, Sukhpal e Anoop.Gurchet, un 75- Il due volte anziano MLA, ministro del governo del primo ministro Beant Singh nel 1995, si è lamentato con la leadership del Congresso per una “disputa personale tra i miei due figli”, Sukhpal Singh Bhullar e Anoop Singh Bhullar. “Ognuno sta cercando di ottenere il biglietto del Congresso sia nel mio che in altri collegi elettorali”, ha scritto l’anziano Bhullar nella sua lettera la scorsa settimana. “La mia umile sottomissione è che dare biglietti a qualcuno di loro dividerà il sostegno pubblico e sicuramente al partito mancherà un’occasione d’oro per conquistare il collegio elettorale di Khem Karan. Come soluzione fruttuosa a questa disputa, il biglietto del partito può gentilmente essere dato a me. Per me l’interesse del partito è la priorità principale piuttosto che le aspirazioni personali dei miei figli “.

Gurchet Bhullar perse le elezioni dell’Assemblea nel 2007 e nel 2012. Sukhpal è presidente del comitato del Congresso del distretto di Tarn Taran. Da parte sua, anche Anoop ha scritto una lettera – raccontando a Sonia e Rahul che suo fratello Sukhpal aveva un “passato contaminato”. “Lui (Sukhpal) era stato notificato da un ex presidente del Congresso del Punjab, Partap Singh Bajwa, per presunte promesse di vendita di semi di papavero e oppio e per aver autorizzato la distillazione di alcolici per consumo personale durante una manifestazione pubblica. Ciò è in contraddizione con l’ideologia del partito del Congresso che è sempre impegnata a sradicare il flagello della droga. Se tali persone sono prese di fronte alla festa, allora non c’è differenza tra noi e il partito in carica nel Punjab (SAD) “, ha scritto Anoop. Ha anche affermato che Sukhpal aveva frequentato una funzione pubblica per rendere omaggio agli assassini di Indira Gandhi, e ha allegato i ritagli di giornale per confermare la sua accusa.

Prima che Sukhpal prendesse il biglietto, Anoop aveva detto a The Sunday Express: “Mio padre ha contestato le elezioni dal 1992. È perfettamente allenato mentalmente e fisicamente. C’è una disputa tra me e mio fratello. Non va né al collegio elettorale né ha svolto alcun lavoro lì. Abbiamo incontrato tutti i leader del Congresso e abbiamo detto loro che c’è una controversia in famiglia e che il biglietto dovrebbe essere consegnato a mio padre. Se gli viene dato il biglietto, la disputa familiare verrebbe risolta. Entrambi lavoreremo per lui. “Dopo che il Congresso ha scelto Sukhpal, tuttavia, Anoop ha detto che né lui né suo padre avrebbero sostenuto Sukhpal. Inoltre, non ha escluso la possibilità che Gurchet Bhullar si candidasse come candidato indipendente. “Può accadere … Lascia decidere la gente del collegio elettorale”, ha detto. Sukhpal, d’altra parte, ha dichiarato di essere stato in politica dal 1998, è stato un portavoce nazionale e vicepresidente di stato del Congresso della gioventù e ha portato avanti l’eredità politica della sua famiglia. La famiglia aveva deciso già nel 2012 che suo padre avrebbe contestato le elezioni dell’Assemblea “quella volta” e “Sarei il candidato nel 2017”, ha affermato Sukhpal. Anoop, ha detto Sukhpal, “ha improvvisamente iniziato a mostrare interesse per la politica negli ultimi due-tre anni”. “Mio padre non può distinguere tra i suoi figli. Per questo motivo ho iniziato a concentrarmi sul sedile del Tarn Taran. Ma alcuni mesi fa, la mia famiglia decise che sarebbe stata disputata da Khem Karan, e spetta al comando del Congresso scegliere una persona dalla famiglia … Ora l’alto comando ha deciso, e la decisione dovrebbe essere accettata con grazia “, ha disse.