Sono un cittadino degli Stati Uniti e il mio compagno è un cittadino non statunitense qui con un visto per studenti e ci frequentiamo da parecchi anni. Stiamo pensando al matrimonio, ma siamo così confusi quando si tratta delle leggi sul matrimonio in questo paese?

  1. Il matrimonio è di diritto di famiglia e la legge sull’immigrazione (che è federale) non ha nulla a che fare con esso. Ma suppongo che tu non stia davvero chiedendo del matrimonio in sé, ma piuttosto di lui / lei che emigra negli Stati Uniti dopo il matrimonio. (Certo, forse potresti pensare di trasferirti nel paese di questa persona, non lo so, la tua domanda non specifica.) Se è così, potresti voler parlare con qualcuno che ha familiarità con la legge sull’immigrazione su come organizzare al meglio matrimonio e altre applicazioni per realizzare al meglio questa immigrazione.
  2. Stai arrivando prima di te stesso qui. Anche se emigra, ciò non ha nulla a che fare con la cittadinanza a breve termine. Uno deve essere residente permanente negli Stati Uniti per almeno diversi anni prima di qualificarsi per richiedere la naturalizzazione (il processo per diventare cittadini statunitensi). E la naturalizzazione è completamente opzionale; uno rimane un residente permanente per sempre.

    Chi ha la cittadinanza e la cittadinanza di ogni paese è completamente determinato dalla legge di quel paese. La legge degli Stati Uniti non ha alcun rapporto con la nazionalità o la cittadinanza di un altro paese. Se lui / lei naturalizza, se lui / lei potrebbe perdere la nazionalità di quel paese dipende dalla legge di quel paese. Gli Stati Uniti non chiedono di rinunciare alle proprie nazionalità esistenti come condizione di naturalizzazione.

  3. Vedi sopra

In generale, la soluzione migliore sarebbe un avvocato dell’immigrazione. Gli statuti sono spesso scritti in un modo che consente più interpretazioni. Ciò consente ai funzionari di fare il massimo margine di manovra su ogni decisione che prendono, e comunque essere sostenuti dallo stato di diritto.

Se sei un cittadino, allora perché sei in un visto per studenti? Forse potresti chiarire quella parte della tua domanda.

Gli avvocati per l’immigrazione esistono negli Stati Uniti e si specializzano in applicazioni per visti di famiglia (coniugi e fidanzati). Non ne ho mai avuto uno perché il processo USA sembrava oneroso e il suo paese sembrava un posto migliore dove stabilirsi. Se non riesci a capire da solo l’applicazione, l’utilizzo di uno potrebbe essere utile. L’ufficio studentesco internazionale può essere in grado di consigliare un avvocato o di avere una lista. Il suo consolato potrebbe anche avere una lista.

Ci sono consulenti di relazioni che forniscono servizi a coppie miste di cultura, religione e razza. Quando provi a trovarne uno, chiedi se hanno avuto un addestramento speciale in quest’area o hai lavorato con molte coppie miste.

Ciò che la sua cittadinanza significa potrebbe avere un impatto sulla sua cittadinanza di origine, ma, a quanto ho capito, la sua frittura di cittadinanza americana attraverso il matrimonio sarebbe almeno un processo di 5 anni e qualcosa che avrebbe dovuto voler cercare invece di residenza permanente. Non è qualcosa di cui mi preoccuperei fino a quando non lo avrà.